Una Breve Storia Sulle Extension per Capelli

Le extension per capelli hanno una storia molto più lunga di quanto possiate immaginare. Nei secoli passati, le extension per capelli sono state a volte realizzate con materiali strani, mentre la qualità migliore (ottenuta realizzandoli con capelli umani) veniva riservata solo ai privilegiati. Al giorno d’oggi – chiunque può acquistare le proprie extension dei capelli reali e mostrarsi in modo del tutto regale. Naturalmente, come accade per ogni tendenza, anche questo accessorio di bellezza ha avuto un periodo di forte popolarità per poi sparire per diversi secoli. Facciamo un viaggio indietro nel tempo per scoprire quale sia la storia delle extension create con capelli umani.

– 100 anni fa: agli inizi del 1900.

150-anni-fa
Un centinaio di anni fa, le donne si interessavano del loro aspetto così come fanno oggi. Le extension create con capelli reali venivano viste come un lusso, e solo le persone considerate ricche potevano permettersele. Le extension in quel periodo erano chiamate “switch”, e venivano applicate sui capelli femminili, proprio come accade oggi. La pubblicità (anno 1905) affermava che “questi switch sono fatte con un’altissima qualità selezionata di capelli umani, per adattarsi a qualsiasi sfumatura”. I prezzi variavano dai 95 centesimi fino a una lunghezza di 55 centimentri per passare poi a 25 dollari se si desiderava ottenere uno stile del tutto personalizzato (nel mercato di oggi sarebbe venduto a circa 2500 dollari).

– 150 anni fa: Epoca Vittoriana (Regno Unito) e della Gilded Age (USA).

I vittoriani sono spesso ricordati per le loro tendenze decadenti, e tutto ciò si presentava anche nel tipo di scelta legata ai capelli. Nel 1873, la Gran Bretagna ha importato circa 102 tonnellate di capelli direttamente dalla Francia. Possiamo quindi dire che questo è stato il periodo di massimo splendore per le extension dei capelli umani, e in quell’epoca sia gli uomini che le donne indossavano questi prodotti come segno di bellezza e soprattutto di ricchezza. Le donne ne sfruttavano la lunghezza per creare acconciature complesse, come i cosiddetti “nodi Apollo”, che assomigliavano a veri e propri alveari, un look e uno stile che ritroviamo poi nel 1950. Non possiamo poi non citare anche lo stile del 1700, dove a spopolare era la parrucca (formata da extension fatte con capelli umani) prima di passare e fare un lungo salto indietro, molto più indietro!

– 3400 aC.: Gli antichi Egizi.

Gli-antichi-Egizi
Alcuni documenti dimostrano che le extension per capelli realizzate da chiome umane venivano ampiamente usate anche nell’antico Egitto, proprio come ornamenti estetici. Venivano indossate dai faraoni e da altri importanti membri della società e per la fase di applicazione si andavano a incastrare ai capelli grazie a un complesso sistema di intrecci e nodi. Per i cittadini più poveri d’Egitto erano disponibili moltissime imitazioni a un prezzo decisamente più basso, ma in questo caso non si trattava di extension per capelli umani, si preferiva affidarsi a fibre vegetali. Dovendo fare un paragone con la società di oggi possiamo fare riferimento ai capelli sintetici.

Potete quindi dire grazie ai nostri antichi progenitori, gli egiziani per questi capelli voluminosi, perché oltre cinque mila anni fa non si preoccupavano solo di porre le basi per le piramidi, ma si occupavano anche di quelle che sarebbero poi diventate le ultra moderne capigliature e pettinature.